L’arte torna sempre in un moto perpetuo

Ho la convinzione che l’arte sia per me un fatto naturale perché l’ho praticata in tante vite passate. E penso che in tutto questo ci sia una ragione, la stessa che mi tormenta quanto le ore si ripetono senza mai fermare il tempo. Frammenti sfuggenti scorrono come immagini lontane in un silenzio assordante che difficilmente completa l’opera rimasta incompiuta.

Antilia

Skeleton leaves

In una vita realizzata solo per cercare il potere,

nel voler ambire al riconoscimento delle azioni e non dei sentimenti,

nel pretendere disperatamente un posto non meritato,

nel cercare di apparire ciò che non si è veramente,

ogni comportamento diventa presto lo scheletro di una foglia secca.

Un’anima piena di rispetto e un cuore sincero,

non sarà mai “skeleton leaves”.

Antilia

I fiori raccontano

In un cuore generoso vi è sempre un fiore pronto a sbocciare,

in un cuore gentile vi è sempre un fiore da donare,

in un cuore sincero vi è sempre un fiore di primavera.

I fiori sono i sorrisi delle persone generose,

i fiori sono le parole d’amore di chi sa donare,

i fiori sono le emozioni trasmesse con umiltà.

I fiori non fioriscono mai nella superbia, nell’avidita, nella falsità.

I fiori non donano mai il loro profumo in un cuore acceso di empietà.

I fiori non sono decori da mettere nei vasi,

perché i fiori ci raccontano e ci ricordano sempre chi siamo veramente.

Antilia

Saper dire di “no”

“Ciò che riserva il destino é spesso sconosciuto e troppo frequentemente ci si ostina a vedere ciò che non si realizzerà mai. Bisogna fidarsi di se stessi, del proprio intuito e non delle parole intenzionalmente spese dagli altri, perché pochi sapranno un giorno essere onestamente riconoscenti. Bisogna sempre saper dire di “no” quando si intravede che non ci sia una sincera verità”.

[Scrisse sul frontespizio di un vecchio libro]

Vanitas, quando cade l’illusione

Ci sono rose che fioriscono d’inverno e restano immobili e racchiuse su se stesse per non abbandonare i loro singoli petali ancora vivi. E come nella vita, poste nel vaso dell’illusione e della speranza di poter sopravvivere, cadranno poi composte in un unico corpo, un bocciolo mai fiorito, lasciando solo un irraggiungibile ricordo e trattenendo in un lungo sospiro, il dolore della delusione.
Antilia

Scrivere in silenzio

5D7387F2-F2F3-4A9B-A68E-E20DBEF84FE3

Scrivere significa esplorare il profondo in noi stessi che abitualmente non ascoltiamo.

Scrivere ci aiuta a comprendere, per poi essere, per poi manifestare, il nostro grande sogno personale. Qualcosa che siamo noi e che solo a noi appartiene.

Bisogna prima cercare la discrezione e a volte voltando le spalle al lettore, abbandonare le ambizioni, non cercare spettatori ma ascoltare il grande silenzio che ci circonda per poi farsi riconoscere in colui che scrive, anche solo di parole che non saranno mai pubblicate.

Continua a leggere “Scrivere in silenzio”

La gentilezza nell’intimitá

35AF2D94-2886-42CC-9181-56F6FDC02845

La Gentilezza altro non è che la parte “naturale” dell’animo umano. Quella esigenza naturale di esprimere con un gesto, un pensiero o con un’azione la propria attenzione e rispetto verso il prossimo.

È una qualità di un insieme di valori non classificabile perché appartiene a chi con garbo custodisce riservatamente la propria intimità.

E quando, manca il garbo, spesso vi è un’anima che non ha mai conosciuto la dolcezza del suo cuore.

Continua a leggere “La gentilezza nell’intimitá”