Condividere il silenzio: il miglior ascolto

Quando tra due persone esiste una vera comunione intellettuale o spirituale, non é necessario mettere sempre i puntini sulle “i”.

Invece di battere e controbattere le diverse opinioni, perché, piuttosto, non abbassare le luci e ascoltare una suite di Bach o scoprire confidenze scritte in un diario mai letto.

Nell’ascoltare insieme diventiamo più sensibili ognuno dell’umore dell’altro: e più di una volta alla fine possiamo scoprire che non esiste più alcun contrasto.

Non é forse che lo scopo prefisso di aiutarci si raggiunge quando la qualità del silenzio riesce a trasmettere il messaggio che é alla base di ogni comunicazione di rispetto: “Io sono qui e tu sei lí. Non siamo soli”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...