Un taxi che risveglia il profumo della vita

Lillium

Una partenza diversa stamane,

da una piccola stazione di provincia verso la città,

quella stessa degli anni universitari,

allora ogni giornata aveva il sole,

non ricordo né la pioggia né la noia.

Il taxista é silenzioso e i semafori sono disegnati,

borbotta e alla domanda della persona che mi é accanto

“come é cambiata la città dal punto di sociale”

fa un lungo discorso, ma il suo tono è rassegnato,

mentre tutto scorre con nervosismo.

“La gente é assente, non é più presente come fosse sempre da sola anche in mezzo agli altri”.

Forse é così che ci si sente?

Improvvisamente mi accorgo che c’è un gran silenzio che mi avvolge, ma non sono sola.

Mi é accanto il profumo che inebria ogni mia speranza di ritrovare quel volo di libertà che solo un vero sentimento può renderlo capace di affrontare ogni ostacolo.

Ci sarà ancora un taxi profumato?

MK

Continua a leggere “Un taxi che risveglia il profumo della vita”

Il silenzio di un pensiero plastico

img_1308

Mi trovai, per esempio, dentro al vuoto mi svegliai,

come possiamo arginare le acque della povertà,

senza sentire soffocare il cuore.

Mi trovai, per esempio, sospesa sulla fune in cielo,

come possiamo cambiare il volto della libertà,

senza dichiarare guerra all’ipocrisia.

Mi trovai, per esempio, nel buio di un lembo di mare,

come possiamo pensare di non illuderci,

senza avere le mani sudate.

Mi trovai a sorprendere il tempo,

mi trovai a dichiarare amore,

mi trovai a parlare con la solitudine,

mi trovai a guardare lontano,

mi trovai a non avere più dubbi,

mi trovai a parlare alla luna.

Per un momento mi trovai qui,

nel silenzio di un pensiero plastico.

(MK)

Continua a leggere “Il silenzio di un pensiero plastico”

Polvere impalpabile, la vita

Danza

Un giorno arriva il successo e tutto é incantevole,

le parole scorrono all’infinito fino ad incantare,

le giornate sono irradiate dal calore della festa,

e come d’incanto ci si sente portati dal Vello d’oro.

Un giorno arriva il confronto e tutto é riflessione,

le parole s’ingarbugliano come fili di lana,

le giornate si accorciano in fredde giornate d’inverno.

Un giorno arriva la risposta e tutto é incredulità,

le parole sono onde di un mare in burrasca,

le giornate sono conchiglie frantumate sulla sabbia.

Poi un giorno ci si spoglia di ogni vanità e

a piedi nudi ci si ricompone come sculture,

forme immobili e leggere

che si trasformano in polvere impalpabile.

Leggere le mie mani,

leggeri i miei pensieri,

in punta di piedi,

danzo il canto,

sollevo il vento,

acclamo l’umiltà.

Polvere di vita tra le dita.

(MK)

Continua a leggere “Polvere impalpabile, la vita”

Lo specchio della vita

specchio

Ho imparato ad osservare il mondo riflesso nello specchio della vita,

ho imparato a sorprendere me stessa guardando in faccia le persone,

ho imparato ad apprezzare la gente per quello che appare ai miei occhi.

Ho imparato a scrivere sull’acqua per non vedere le frasi compiute,

ho imparato a dimenticare chi non merita essere considerato,

ho imparato a dichiarare la mia indipendenza.

Ho imparato ad amare il riservo di chi custodisce segreti,

ho imparato a donare me stessa,

ho imparato a non chiedere.

L’immagine si ricompone.

(MK)

Continua a leggere “Lo specchio della vita”

Je suis Paris

img_1262

Voglio ricordare i giorni trascorsi come un momento che tornerà nuovamente su un cavallo alato.

Lasciata la città amata, le ore sembrano infinite, ma i ricordi vivono ancora nei colori intensi dell’emozione come lo schiudersi dei petali al tocco della rugiada del mattino.

Ciò che non cambia mai dimora é l’anima che vaga negli spazi ma riconosce solo un luogo, quello che vive nel pensiero in ogni istante.

Nulla mai potrà cambiare ciò che siamo.

(MK)

Continua a leggere “Je suis Paris”

I binari della speranza

san-francisco

Quando la speranza ti corre incontro non ti puoi sottrarre,

puoi arrestare il passo ed evitare di raggiungerla,

ma non puoi pensare che ripassi una seconda volta.

Corre sulle rotaie che fondano sulla realtà,

sul terreno dove cammini ogni giorno,

e ha radici profonde come il desiderio di incontrarla.

La speranza è che sia un lungo viaggio felice,

e va colta prima che questo arrivi al capolinea,

perchè allora tutti saranno già scesi.

La speranza è di saper prendere la vita quando è ancora in corsa.

(MK)

Continua a leggere “I binari della speranza”

La forza del destino

meghan-kay-sadler-amy-osaba-shoot1

La notte scende e lungo le vie si cela il silenzio,

tempo di custodire segreti e passioni.

C’è chi rientra frettolosamente a casa

e chi si sveste della propria immagine e indossa l’anima.

Entro in quel luogo che mi ha visto bimba,

che mi ha visto timorosa di ogni prova,

che mi ha visto piangere,

che mi ha visto gridare di felicità.

Quel luogo che ascoltava i miei passi,

che ora sembra riconciliarsi con il destino,

che ora mi trasporta nella impetuosità della vita,

che ora prende forma con i ricordi.

La forza del destino danza ogni giorno,

mentre il corpo diventa pietra,

l’emozione partecipa alla complicità.

Voglio danzare per sempre nel mio teatro.

(MK)

Continua a leggere “La forza del destino”

Quando le parole sono un delitto perfetto

bla-bla

Quando le parole nascondono timidezza

assumono la fragilità delle ali spezzate di farfalla,

ma quando celano ipocrisia

diventano lame taglienti.

Sono quest’ultime che creano incomprensione

generando fastidio e malessere

a chi si trova costretto ad ascoltare.

Quando le parole si affollano su se stesse,

cala il sipario in un un profondo dubbio.

Ma ci sono anche parole che interpretano

“il delitto perfetto”.

Parole al vento come vendetta di chi non sa usarle per acclamare un sentimento, l’amore verso se stessi.

(MK)

Continua a leggere “Quando le parole sono un delitto perfetto”

Il garbo di un pensiero lieve

silenzio

Quando un pensiero diventa lieve ci si sente migliori,

ogni cosa trova la sua forma

e ogni parola tace.

Quando un sospiro diventa impalpabile ci si sente in pace,

ogni paura si frantuma

e ogni speranza torna.

Quando un ricordo diventa colorato ci si sente meravigliati,

ogni rancore si sbriciola

e ogni speranza si accende.

Quando ci si abbandona al cuore ci si sente vivi,

ogni movimento si compone

e ogni bellezza si acclama.

Quando si sceglie il garbo della parola ci si sente liberi,

ogni gestualità si abbandona

diventa musa,

ogni movimento è divino.

(MK)

Continua a leggere “Il garbo di un pensiero lieve”