Fotografare solo per immortalare ciò che non si vede

La fotografia non è una passione ed è l’arte più difficile da raccontare, perché non si esprime nei momenti di creatività ma in quell’istante – unico ed irripetibile – che giunge nell’intimo di colui che ne viene sorpreso. Ci vuole ben altro – oltre la tecnica – per riuscire a cogliere la luce, l’ombra e quel colore assopito o acceso nelle tinte più accecanti. Mentre il bianco e nero è la “memoria” dello stesso scatto, visto come un momento che si allontana dalla realtà alla quale non intende in alcun modo appartenere. La fotografia spesso è anche un sentimento conflittuale, un cercare il momento migliore e negarlo allo stesso tempo, a volte con angoscia e negazione di ciò che si vorrebbe immortalare, perché l’immagine che si desidera fermare è nell’animo, mentre appare imprecisa nella realtà; ecco allora, che subentra quell’ansia di non essere capaci di raggiungerne la sua perfezione.

Ho avuto una grande maestra, un’importante donna fotografa definita la “poetessa della luce” che mi ha insegnato a non accettare tutto, anzi a strappare anche i ricordi che non si esprimevano nella sua purezza estetica. Un giorno le chiesi: voglio filtrare la luce e farne una danza… E così mi invitò a casa sua alle 6 del mattino, raccomandandosi che fossi puntuale, perché alle 6 e 5 minuti sarebbe stato troppo tardi. Mi invitò ad entrare e mettermi vicino alla finestra dove aveva posto una ciotola di acqua.  “Prendi la macchina e aspetta, ti dirò quando scattare, ma devi essere veloce… “.  Ero piuttosto nervosa rispetto a lei, perfettamente tranquilla con lo sguardo come in attesa di un grande evento. In quell’istante un lieve e bianco fascio di luce entrò dall’angolo della finestra posandosi esattamente sull’acqua, lei mise un dito dentro e cominciò a muoverla..”adesso scatta esattamente appena sopra la ciotola“. Mi sembrava l’attimo fuggente in un contesto confuso, ma scattai velocemente più volte, mentre la luce già se ne andava. Questo è l’effetto flou che hai già nel cuore, mi disse commossa.

Ora tutto ciò che narro con le mie fotografie è solo la magia di questo meraviglioso ricordo che viaggia con me ogni giorno.

ph@MarikaLion.jpg

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...