J’adore le gris de la pensée

Oggi ho raccolto il tempo, mi è passato accanto e ho dialogato con lui. Il suo era un racconto pieno di ricordi, storie che aveva ascoltato per le strade e lasciato all’imbrunire di ogni giorno. Aveva con se un vecchio orologio da tasca, in argento e con la catena di corda piena di nodi, e ad ogni nodo una lettera dell’alfabeto: le iniziali dei giorni mai tradotti in nessuna lingua. Eppure il suo odore, mi era familiare, come fosse il mio o forse era solo un ricordo. Le mie mani hanno cominciato a sentire la presenza, l’ho accarezzata con dolcezza e tutto era morbido come improvvisamente il mio semplice pensiero. Avrei voluto trattenere questo momento, ma è calato il silenzio lasciandomi con alcune lettere nelle mani, che ora compongono il titolo di una nuova poesia…

J’adore le gris de la pensée 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...